Home Costume e Società Pandemia e Personal Trainers: il 2020 della categoria

Pandemia e Personal Trainers: il 2020 della categoria

0

Il settore dei personal trainers è uno tra quelli che nel corso dell’ultimo anno ha sofferto maggiormente gli effetti delle restrizioni. Un anno di chiusure totali che ha riguardato la vita di più di 18 milioni di italiani.

Chiusura totale di palestre e piscine

Le palestre, i centri di personal training, le piscine, sono le attività che insieme al settore degli spettacoli dal vivo hanno subìto le peggiori conseguenze e senza alcun momento di tregua a prescindere che ci si trovasse in zona gialla, arancione o rossa.

Nessun contesto sportivo è rimasto immune, che si tratti di attività di gruppo o individuale o attività rivolte a soggetti con patologie. Altri settori dedicati alla cura della persona come: centri di bellezza e parrucchieri hanno potuto invece proseguire la loro attività nel rispetto delle misure di sicurezza.

Personal Trainers: l’attività fisica è importantissima per numerose ragioni

Eppure proprio l’attività fisica proprio come la qualità del riposo è importantissima per permettere ad anima e corpo di stare meglio e sviluppare le difese immunitarie, combattere l’ipertensione, l’obesità e le malattie cardiovascolari e malesseri psicologici. Insomma non solo un modo per smaltire la classica pancetta ma anche per combattere la depressione i virus e i batteri.

Come è cambiato il settore dei personal training?

La più importante scuola per Personal Trainers in Italia, ISSA Europe, ha lanciato un’indagine scientifica per scoprire come è cambiato il settore nel 2020 rispetto al 2019.

Il questionario è rivolto a tutti i professionisti del settore e Personal Trainers d’Italia, in modo da capire come hanno agito quest’anno, quanto questa situazione è pesata loro economicamente e come si sono organizzati per lavorare al benessere dei propri clienti nonostante le restrizioni.

Tanti professionisti hanno già risposto al questionario e i risultati del sondaggio saranno disponibili sul prossimo numero di Fitness&Sport la rivista sul benessere ed efficienza fisica che arriva ai professionisti del settore in tutta Italia. È possibile rispondere alle domande del questionario visitando il sito Ufficiale di Issa Europe.

Articolo precedenteSmartworking e paternità: come i papà affrontano il lavoro da casa
Articolo successivoOssessione da selfie: un problema di autostima?
"Da ragazzino ero ossessionato dalla musica, dalla scrittura e dal cantare canzoni". Anthony Minghella

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui