Home Consigli La pulizia di una stufa a legna in pochi semplici step

La pulizia di una stufa a legna in pochi semplici step

0
la-pulizia-della-stufa-a-legna-
Foto di Andreas Iken da Pixabay

La pulizia di una stufa a legna è un passaggio di estrema importanza per garantire un funzionamento efficiente e sicuro della stessa. La pulizia periodica vi aiuterà ad evitare costosi interventi dovuti alla mancanza di manutenzione. 

Di seguito alcuni passaggi che si possono facilmente seguire per la pulizia di una stufa a legna.

Vi consiglio di fare questa operazione quando la stufa non è operativa, in primavera o prima che inizi il freddo. La stufa ad ogni modo dovrà essere completamente spenta e fredda prima di iniziare a pulirla. Questo è importante per evitare di ustionarsi.

Per prima cosa bisogna rimuovere la cenere con una scopetta e una paletta (ma questo a mio avviso è essenziale prima di ogni utilizzo) i più organizzati saranno in possesso di un aspiracenere. 

Consigli per la pulizia di una stufa a legna

Deposita la cenere in un secchio resistente al calore, ti consiglio quelli in metallo, in modo da poterla smaltire in modo sicuro. Il secchio di metallo ti sarà utile durante tutta la stagione invernale quando avrai a che fare con della cenere che potrà potenzialmente contenere ancora qualche residuo di brace.

Nota anche che la cenere di legna è utile come concime per determinati tipi di piante, ovviamente nelle dovute dosi, altrimenti si rischia di sortire l'effetto opposto. Ottima anche mescolata ai fondi del caffè per produrre un concime bio ricco di zinco, magnesio, calcio e potassio, Sappiate anche che la cenere di legna tiene lontane le lumache dal vostro orto. Tuttavia, è importante non esagerare, poiché un eccesso di cenere potrebbe aumentare eccessivamente il pH del terreno.Alcune piante infatti  preferiscono terreni acidi, e l'uso eccessivo di cenere di legno potrebbe non essere benefico. Ci riferiamo a piante come azalee, rododendri e mirtillo che preferiscono suoli acidi. Dunque sarebbe meglio evitare l'uso eccessivo di cenere in queste aree.

Se la vostra stufa ha una finestrella di vetro, potrete pulirla utilizzando un detergente specifico per vetro ceramico o una soluzione di acqua calda e aceto. Applicate il detergente sul vetro, lascialo agire per un po’ e poi strofinate con un panno non abrasivo.

Pulire il rivestimento interno utilizzando una spazzola o uno straccio, rimuovendo la fuliggine e gli accumuli di creosoto. Se la stufa è dotata di un sistema di pulizia automatico, seguite le istruzioni del produttore. Dunque ispezionate e sostituite le guarnizioni se usurate per garantire la tenuta ermetica.

Verificare il tiraggio è uno degli step più importanti. Assicuratevi che il tiraggio della stufa sia efficiente. Se necessario, pulire o sostituire le parti coinvolte. Controllate lo stato delle tubazioni e del camino, se vi sono accumuli di creosoto e se necessario pulitelo quanto prima, per evitare spiacevoli inconvenienti. Quanto la utilizzate vi consiglio di scegliere sempre legna di qualità!

Se non hai esperienza nella pulizia della stufa a legna, è consigliabile chiamare un professionista, in caso contrario se si tratta di operazione di ordinaria manutenzione, vi basterà smontare il comignolo e le parti refrattarie all’interno della stufa. Potrete usare una sonda telescopica con snodi flessibili dotata di scovolino contornato di bacchette di plastica, è fondamentale che il diametro totale dello scovolino sia leggermente superiore al diametro della canna fumaria, perché qualora il diametro fosse troppo piccolo non riuscirebbe a grattare le pareti con la giusta intensità, rendendo l’intervento quasi vano.

Su Youtube ho trovato un video che vi mostra in modo dettagliato tutti i passaggi per la pulizia di una stufa a legna.

Per eliminare i residui di fuliggine e creosoto dentro i tubi, potrai aiutarti anche con la diavolina spazzacamino. Questa va usata ogni 40-60 giorni di utilizzo. Tenete presente che la diavolina spazzacamino non sostituisce la necessità di una pulizia meccanica regolare del camino o della stufa. È importante spazzare e pulire i condotti del camino almeno una volta all’anno per garantire una corretta evacuazione dei fumi.

Riguardo la pulizia della parte esterna della stufa, la potrete pulire con un panno umido con una soluzione acetosa per rimuovere la polvere e lo sporco accumulato.

Ricordate di consultare il manuale dell’azienda produttrice della vostra stufa per le istruzioni specifiche di pulizia e manutenzione. Se non vi sentite sicuri nell’effettuare la pulizia da soli, è meglio chiedere l’aiuto di un professionista.