Una vera Host-Star questo è ciò che si dice di lui. Tutti lo conosciamo come Sting il celeberrimo artista inglese autore di celebri brani come Englishman in New York o Roxanne, ma forse in pochi sanno che oltre ad essere una rockstar planetaria il signor Gordon Matthew Thomas Sumner è un esempio di ospitalità.

Sting è sposato dal 1992 con l’attrice e ambasciatrice UNICEF Trudie Styler e dal 1999 hanno dato vita ad una piacevole realtà “Il Palagio” situato ai piedi delle dolci colline del Chianti Classico. La tenuta del XVI secolo, di 360 ettari comprende un podere con 6 laghi, campi, vigne e oliveti coltivati secondo le regole e i principi della agricoltura biologica.



La tenuta è ormai da tempo la dimora abituale dell’artista britannico che oggi è considerato una vera host star, dopo aver avviato una attività imprenditoriale che comprende una magnifica guest house con 6 dependance per circa 50 posti presso i quali è possibile organizzare feste, ricevimenti e matrimoni per circa 200 persone.

Il Palagio: la vendemmia si fa con la Host-Star

Sting e Trudie portano inoltre avanti una fattoria che permette anche ai “comuni mortali” di vivere una nuova esperienza a contatto con la natura. Gli avventori possono infatti partecipare alla vendemmia, alla raccolta delle olive e alla produzione di miele. Un vero e proprio tipo di turismo esperienziale che permette di partecipare anche a seminari di educazione, alla degustazione dei vini sotto la supervisione della coppia di Host-Star.

Host-Star

Sting da rockstar a host-star

Sting è un host delizioso racconta Aldo Gottardo creatore del Tour Operator TBA Holidays. Sting e Trudie sono un esempio per tutti coloro i quali operano nel settore dell’ospitalità. Ospitalità provata in prima persona da Gottardo in occasione della festa del suo anniversario di matrimonio lo scorso agosto.

Sting apre le porte al pubblico 

Sting infatti apre la sua stupenda dimora al pubblico per eventi e feste, lo ha fatto anche in occasione dell’anniversario del suo matrimonio, anniversario che da un po di tempo festeggia proprio nella sua stupenda tenuta. La festa di anniversario in realtà ha portato con sé un altro motivo di festeggiamento, perché recentemente Sting ha ricevuto la cittadinanza onoraria a Figline Valdarno riconoscimento concesso in ragione del sostegno offerto agli operari della Bekaert che versano in difficoltà economiche.

Sting e Trudie circondati dalla folla hanno firmato il documento che ne attesta la cittadinanza onoraria e visibilmente orgogliosi lo hanno mostrato al pubblico presente.

La campagna che regala serenità 

La semplicità e la serenità che regala la campagna è un qualcosa di unico, Gottardo afferma:

La loro filosofia si basa principalmente sul benessere psicofisico, stato che la terra ti può regalare in grande quantità anche con i suoi frutti. Ecco perché noi consigliamo a tutte le nostre strutture di creare valore al soggiorno dell’ospite regalando esperienze in armonia con l’ambiente e le tradizioni del luogo“ ribadisce ancora Aldo Gottardo”.

Un Farm shop all’interno della fattoria

Nella fattoria di Sting è presente un farm shop, dove oltre ad acquistare i suoi vini si può anche partecipare alle degustazioni. Il suo “Sister Moon” del 2011 è stato incluso nella lista dei migliori 100 vini d’Italia da Wine Spectator’s. Message in a Bottle non è solo un masterpiece dell’artista ma un vino fresco ed estivo composto da 10% Sauvignon e 90% Vermentino.



Alla festa c’è stato anche spazio per un piccolo concerto acustico della Host-Star in cui accompagnato dal altri musicisti ha suonato pezzi che hanno segnato la sua carriera come Roxanne, Englishman in New York e Every Breath You Take. Un mix incredibile di emozioni tra vini deliziosi, ottima musica. Una esperienza indimenticabile per chi ha avuto la fortuna di esserci.

Il Video del mini concerto organizzato presso “Il Palagio” è stato ripreso dalle telecamere di Tismagazine.com