Le scarpe Lidl sono diventate un fenomeno pop e poco importa che dietro ci sia una grande operazione di marketing o meno, hanno allontanato la nostra mente dalla problema pandemia almeno per due giorni.

Scarpe Lidl e il concetto di Limited Edition 

In poco tempo le scarpe Lidl sono diventate un bene esclusivo e ciò ha scatenato la corsa per accaparrarsele.

Poco importa se sono oggettivamente brutte e di poco valore, ma se diventano un qualcosa per pochi quelle brutte scarpe si tramutano in esclusive e prendono valore, non ci deve stupire se la gente ha deciso di acquistare le scarpe Lidl, la stessa cosa è successa in altri paesi tra cui Inghilterra, Francia e Belgio.

In altre parole non acquistiamo una scarpa ma la sua esclusività, unita allo stupore della gente nel vederle indosso a chi le possiede. Sono così diventate in poco tempo una sorta di status symbol ai livelli di un prodotto di alta gamma pur non essendolo.

Lidl Fan Collection lanciata in Italia una settimana fa diventa virale

La Lidl ha lanciato circa una settimana fa la sua linea Lidl Fan Collection in maniera quasi goliardica, per omaggiare i fans del marchio.

scarpe-lidl-collezione

I social hanno fatto il loro ruolo ossia rilanciare tutto il rilanciabile tra meme, vignette e status tanto da farlo diventare un fenomeno virale.

“C’è una sola cosa al mondo peggiore del far parlare di sé, ed è il non far parlare di sé.” Oscar Wilde

Non sappiamo resistere al senso dell’occasione

Da un lato la gente è attirata dal costo esiguo, circa 12 euro e questo ha generato numerosi casi di reselling raggiungendo cifre da capogiro, 500 euro o più.

Si pensi all’Ice Bucket Challenge che coinvolse milioni di persone sul web, ci troviamo innanzi alle stesse dinamiche social.

Massima diffusione social più scarsità, uguale esclusività

Un prezzo oggettivamente basso ha fatto registrare presto il tutto esaurito, si pensi che nei giorni scorsi chiunque sarebbe potuto andare alla Lidl e comprare tutto lo stock, non c’era alcun limite di spesa è come se Lidl mirasse a  fare sold out in poco tempo.

 Il vero valore sta nella provocazione

L’esperto di moda Rosario Morabito su Huffpost definisce la collezione come statement piece, in altre parole robaccia che ha un valore intellettuale, il valore della provocazione di andare in giro con il marchio di un supermercato! Orpelli kitsch non c’è dubbio, ma con un plusvalore estetico.

Trash e kitsch sono capaci di smuovere la cultura popolare e la Lidl con un colpaccio ha saputo far parlare di sé proprio tutti.